Articles in Category: news

AMMALARSI DI LAVORO

on Giovedì, 06 Giugno 2019. Posted in news

Il burnout una sindrome riconosciuta dall'OMS

AMMALARSI DI LAVORO

 L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto ufficilamente  il burnout come una sindrome.

Il burnout, che si manifesta soltanto in ambito lavorativo,si riscontrain una situazione di crollo/esaurimento dell'equilibrio psico-fisico del lavoratore. 

 Per saperne di più: http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/medicina/2019/05/28/stress-da-lavoro-il-burnout-e-ufficialmente-una-malattia-_1a478bde-c52b-411a-a845-17d53327714b.html

LA DIPENDENZA DA VIDEO GAME: NUOVA MALATTIA

on Mercoledì, 29 Maggio 2019. Posted in news

Secondo l'OMS la dipendenza da videogames diventerà una nuova malattia

LA DIPENDENZA DA VIDEO GAME: NUOVA MALATTIA

Il 1 gennaio 2022 la dipendenza da videogiochi diventerà, a tutti gli effetti, una malattia.

Infatti, per quella data, è prevista la pubblicazione ufficiale dell'ultimo aggiornamento del Manuale dei disordini mentali dell'OMS (Icd-11).

In quella edizione il 'gaming disorder' sarà definito come "una serie di comportamenti persistenti o ricorrenti legati al gioco, sia online che offline, manifestati da: un mancato controllo sul gioco; una sempre maggiore priorità data al gioco, al punto che questo diventa più importante delle attività quotidiane e sugli interessi della vita; una continua escalation del gaming nonostante conseguenze negative personali, familiari, sociali, educazionali, occupazionali o in altre aree importanti"

Per saperne di più: http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/stili_di_vita/2019/05/27/oms-adotta-nuovo-elenco-malattie-entra-dipendenza-videogame_29ffb04e-9f25-491b-85d6-0913f8224744.html

SARA' PERICOLOSO O NO?

on Venerdì, 12 Aprile 2019. Posted in news

La percezione del rischio nell'adulto

SARA' PERICOLOSO O NO?

Da studi degli anni '70 in poi emerge che, anche noi adulti, abbiamo un "senso del pericolo" alterato. Infatti nel processo di valutazione sulla pericolositào meno di un comportamento (o di una situazione), intervengono molti fattori cognitivi/psicologici che non hanno nulla a che vedere con la realtà oggettiva.

Lo sapevate infatti che si tende a sottovalutare il rischio di eventi con conseguenze di lieve o media gravità ma con alta probabilità di accadimento? Inoltre, viene sottostimata anche la pericolosità di azioni che ripetiamo molto frequentemente. Lo sanno molto bene gli addetti alla sicurezza sul lavoro che, con la finta giustificazione mentale del "non è mai successo niente", molti lavoratori mettono in atto comportamenti rischiosi senza rendersene conto.

Infine, tutte le azioni di cui siamo convinti di avere il "controllo della situazione", tendiamo a non considerarle pericolose perchè gestibili. E' il caso della guida dell'automobile: ci sentiamo sicuri delle nostre capacità di guida senza pensare che ci saranno sempre degli imprevisti per cui vale la pena ...andare piano!